Home » Marinerie » Messina » Lipari

Lipari

Descrizione e cenni storici

A 24 miglia da Milazzo, con una superficie di 37,6Kmq , Lipari è la più grande delle isole Eolie, modellata da 12 vulcani ormai estinti. In quest’isola sono passate tutte le civiltà del Mare Nostrum. I primi abitanti arrivarono dalla Sicilia nel V millennio a.C. attratti dall’ossidiana, indispensabile allora per fabbricare armi ed utensili. Fu da allora che l’isola iniziò a divenire fiorente. La scoperta però nel III millennio dei metalli segnò la fine della sua prosperità, che riprese nell’età del Bronzo, quando le Eolie divennero un’importante scalo, per quella che era allora l’attività commerciale marittima, dall’area micenea alle isole britanniche. Risalgono a quel periodo anche gli insediamenti preistorici di Alicudi, Panarea e Salina. Nel 1210 a.C. arrivarono gli Ausoni, nel 580 i Greci, ma fu nel 369, durante le guerre puniche, che Lipari si alleò con i Cartaginesi fino a diventare un secolo dopo il quartier generale di Annibale. Occupata e distrutta nel 252 dai Romani, l’isola fu poi fortezza araba, normanna e spagnola. Carlo V vi eresse nel 1550 il castello e la ripopolò con coloni campani e normanni dopo che il pirata Kahir Ad-Din Barbarossa la assediò, catturandone gli abitanti e vendendoli come schiavi. Il castello fu abbandonato in epoca borbonica e trasformato nel 1926 in colonia di confino politico.

Struttura del porto

Le imbarcazioni da pesca sono distribuite tra le zone di Marina Corta e porto Pignataro. L'approdo di Marina Corta è composto da due darsene contrapposte, di cui la maggiore a nord e la minore a sud, protette rispettivamente dal molo di nord-est e dal molo di sud-est. La darsena più grande è completamente banchinata e protetta dal molo che la delimita. La darsena minore ha banchinato il molo di protezione e la banchina adiacente piazza S. Onofrio. Il porto rifugio di Pignataro è costituito da un molo foraneo (lungo 275 m e orientato per SW) banchinato e munito di bitte e anelli da ormeggio e da una banchina di riva.

Servizi

Porto Pignataro: Prese acqua ed energia elettrica, gru mobile fino a 70 t, riparazione motori, riparazioni elettriche, riparazione scafi in legno e vtr, riparazione vele, illuminazione banchine, guardianaggio, ormeggiatori, sommozzatori, servizio meteo, servizi igienici e docce, rifornimento alimentare, rivendita ghiaccio, cabina telefonica.
Approdo Marina Corta: Fontanella acqua, guardianaggio, ritiro rifiuti, ormeggiatori.

Caratteristiche medie della flotta
N° Imbarcazioni 149
Lunghezza (m) 8,68
Stazza (t) 4,42
Anno costruzione 1981

Marina Corta

Pignataro