Home » Marinerie » Palermo » Balestrate

Balestrate

Descrizione e cenni storici

Il Comune di Balestrate, appartenente alla provincia di Palermo, conta circa 6200 abitanti ed ha una superficie di 387 ettari. Sorge in una zona pianeggiante, posta a 38 m.s.l. del mare. Anticamente il nome della città era Sicciara, dal siciliano “siccia”, nominata così per l’abbondanza di seppie nel mare che la costeggia. Nel 1307 re Federico III d'Aragona cedette a Partinico il territorio di Balestrate, riservando alla monarchia i diritti demaniali lungo la zona litoranea per una profondità pari ad un tiro di balestra, da cui il nome.
Nel 1762 Rosalia Leto concesse le terre incolte ai coloni con l'obbligo di coltivarle, così il borgo cominciò a formarsi: divenne comune autonomo dopo il 1829. Negli anni successivi andò sviluppandosi ulteriormente, grazie anche all'impianto di stabilimenti enologici degli Ingham, dei Woodhouse e dei Florio.
Balestrate è, dunque, un paese di storia recente: in circa due secoli di vita ha cercato di affermarsi nel campo economico attraverso la proverbiale laboriosità della sua gente che ha distribuito le sue fatiche tra il mare e la campagna, che le fanno corona e da cui ha attinto le sue principali risorse.
Da ammirare i resti del vecchio borgo costruito nel XVIII sec, nei pressi della tonnara Fardella.

Struttura del porto

Il porto di Balestrate è composto da  un molo di sopraflutto a gomito (m 760) orientato per NNW - NE e da un molo di sottoflutto (m 315) orientato per NW; internamente  dalla radice del molo di sopraflutto a quella del molo di sottoflutto si sviluppa una banchina di riva completa di scalo di alaggio.

Servizi

Fontanella acqua, scivolo, scalo d'alaggio, riparazione motori, riparazioni elettriche ed elettroniche.

 

 

Caratteristiche medie della flotta
N° Imbarcazioni 37
Stazza(t) 2,34
Lunghezza (m) 6,17
Anno costruzione 1976