Home » Marinerie » Trapani » Castellammare del Golfo

Castellammare del Golfo

Descrizione e cenni storici

Castellum maris, “Castello a mare”, sorge in una zona collinare litoranea, posta a 60 m sopra il livello del mare. Era il porto e  l'emporio delle antiche città di Segesta ed Erice. La storia della cittadina del golfo, si identifica almeno fino all’827 d.C., quando diverrà araba, con quella di Segesta, poiché questa subì le stesse vicende. Durante la dominazione araba, a cui seguirono quella normanna, quella sveva e quella aragonese, la cittadina fu terra baronale di proprietà di Federico d’Antiochia e divenne importante polo commerciale legato all’esportazione del grano.
Verso la fine del medioevo divenne una roccaforte, con il successivo insediamento della tonnara e del caricatore per l'imbarco del grano, assunse una funzione strategica per i principali flussi commerciali verso l'interno. Nel 1560 fu fondato il primo borgo a ridosso del castello da Pietro di Luna. Ancora oggi vi si svolge un discreto traffico d'esportazione dei prodotti agricoli (vini) e dell'industria conserviera (tonno sott'olio e pesce salato). L’ulteriore sviluppo di Castellammare del Golfo, che con alcune fortune conservò la sua qualità di porto, è infine da ascriversi al periodo che va dal Seicento all’Ottocento. Oggi la città, pur avendo esaurito il suo ruolo storico, è un’ importante centro commerciale e nel suo porto si svolge ancora un notevole traffico d’esportazione. Grazie poi ad un patrimonio naturalistico di valore inestimabile, costituito dalla straordinaria bellezza naturalistica (come la riserva dello Zingaro) delle sue coste e del suo immediato entroterra, Castellammare del Golfo si è giustamente proposta come importane polo di attrazione turistica.

Struttura del porto

Il porto di Castellammare del Golfo di III classe si trova nel golfo omonimo lungo la costa settentrionale della Sicilia, tra Punta di Soltanto e Punta Raisi. E’ formato da un molo di 50 m detto Molo Castello che si protende in direzione ovest-nord-ovest  a ponente del castello normanno, da una banchina di  130 m e da una scogliera detta Molo Nord che si protende verso est da Punta dell’Acqua (circa 600 metri a nord ovest del castello). Il Molo Castello è banchinato e munito di anelli di ormeggio. I peschereccie le imbarcazioni da diporto attraccano nella banchina orientata a sud, munita di bitte e con fondali di 3-4 metri. Le banchine destinate alla flotta peschereccia sono illuminate da lampioni stradali.

Servizi

Scalo di alaggio, rifornimenti per le imbarcazioni tramite distributori di nafta, benzina e gasolio. Approvvigionamento idrico mediante autobotti. La commercializzazione del prodotto ittico viene effettuata direttamente sul molo.


Caratteristiche medie della flotta
N° Imbarcazioni 34
Stazza (t) 4,4
Lunghezza (m) 6,6
Annocostruzione 1972