Home » Schede delle specie » Pesci » Pesce Sciabola

Pesce Sciabola

Ordine: PERCIFORMI
Famiglia: Trichiuridae
Genere: Lepidopus

Lepidopus caudatus
(Euphrasen, 1788)

Ha il corpo assai allungato e sottile ai lati, molto simile ad una grossa cintura. La bocca è abbastanza grande, munita di denti  molto appuntiti, motivo per cui questo pesce va maneggiato con molta cautela. La pinna dorsale è abbastanza allungata: inizia nella regione nucale e termina sul peduncolo caudale. Sia le pinne ventrali che le pettorali sono piuttosto piccole. Il colore del corpo, appena pescato è argento assai brillante ma dopo alcune ore perde un po’ di questa brillantezza e cominciano a comparire chiazze brunastre. Può misurare fino a 2 metri e toccare i 6 kg di peso. Ha carni bianche, molto digeribili per cui è particolarmente apprezzato soprattutto nelle regioni meridionali ove è attivamente pescato con palangresi di profondità.

Vocabolario dei nomi dialettali italiani

  • Ancona: Lama d’argento
  • Cagliari: Pisci lama
  • Crotone: Spatula
  • Gallipoli: Curiscia,Argentina
  • Livorno: Pesce sciabola
  • Messina: Spatula, Spadula
  • Napoli: Pesce bannera
  • Olbia: Pisci d’argientu
  • Palermo: Spatula
  • Porto Empedocle: Spatula
  • Taranto: Pisci d’ariento, Pisci sciabola
  • Venezia: Arzentin

Scheda nutrizionale

Acqua (g)
78,94
Proteine (g/100g)
16,16
Lipidi (g/100g)
2,42

Ricette