Home » Schede delle specie » Pesci » Ruvetto

Ruvetto

Ordine: PERCIFORMI
Famiglia: Gempylidae
Genere: Ruvettus

Ruvettus pretiosus
(Cocco, 1829)

Ha il corpo molto allungato, fusiforme, piuttosto compresso ai lati. La bocca è abbastanza incisa. Le mascelle sono robuste ed armate di grossi denti molto appuntiti; quella inferiore è lievemente prominente. Questa specie va maneggiata con estrema cautela poiché il suo corpo è rivestito di scudetti ossei molto duri, muniti di due punte acuminate che possono causare serie lesioni cutanee. Il colore è bruno nerastro o marrone castagna, a volte anche bruno rossiccio o nero violaceo. Il ventre è chiaro ed a volte anche biancastro. Misura fino a 2 metri di lunghezza ed arriva fino a 50 kg di peso. E’ un pesce batipelagico poiché raggiunge anche gli 800 metri di profondità. E’ molto vorace. E’ raro in tutte le coste dellapenisola mentre si rinviene nei mari siciliani (costa Ionica). Ha carni discrete, non ugualmente apprezzate in tutte le regioni. Sovente la loro ingestione può causare diarree, mentre per alcuni sono ottime, tanto che Napoleone Bonaparte, nel descrivere questo pesce in un suo volumetto “Fauna italica” lo paragona al “…cibo degli dei ” per cui l’aggettivo specifico pretiosus sembra racchiudere tutto il sapore di questo pesce.

Vocabolario dei nomi dialettali italiani

  • Cagliari: Pisci bonettu
  • Catania: Ruvettu, Zammuni
  • Genova: Murun spinusu
  • Messina: Ruvettu
  • Palermo: Ruvettu