Home » Schede delle specie » Pesci » Tracina Drago

Tracina Drago

Ordine: PERCIFORMI
Famiglia: Trachinidae
Genere: Trachinus

Trachinus draco
(Linneo, 1758)

Ha il corpo piuttosto allungato e compresso ai lati. La testa è tozza ed ottusa. La bocca è grande, incisa obliquamente. Ciascun opercolo è armato di una robusta spina, piuttosto lunga. Il colore di fondo è bianco-giallastro con numerosestrisce oblique, sottili, di colore blu o bruno-verdastro. La prima dorsale è nerastra. Questa specie può raggiungere anche i 40 cm di lunghezza. Vive fino a 100 metri di profondità. Ha carni delicate ed è utilizzata soprattutto per le zuppe. E’ diffusa lungo tutte le coste italiane. Va maneggiata con molto cautela giacché le sue spine, opercolari e dorsali, sono collegate con ghiandole velenifere ad azione tossica sul sistema nervoso ed emolitica sul sangue. Tra l’altro la puntura causa anche forti dolori che possono durare 4-8 ore; anche se raramente, si possono manifestare svenimenti, tachicardie, febbre, vomito e perfino delirio.

Vocabolario dei nomi dialettali italiani

  • Ancona: Pesce ragno tigrato
  • Bari: Parasaula
  • Cagliari: Aragna
  • Catania: Tracina pinta
  • Civitavecchia: Tracina
  • Crotone: Tracina bovina
  • Genova: Traxina, Agna
  • Imperia: Ragna
  • La Spezia: Trasina, Agna
  • Messina: Tracina carrubbara
  • Napoli: Tracena liscia
  • Palermo: Tracina
  • Reggio Calabria: Tracina
  • Taranto: Strascene, Trascene
  • Trapani: Tragena
  • Trieste: Ragno
  • Venezia: Ragno, Varagno

Scheda nutrizionale

Valore Energetico (Kcal /100g)

 96

Proteine (g/100g)
Lipidi (g/100g)
9,5
Sodio (mg/100g)
47
Potassio (mg/100g)
191
Vitamina B1(µg/100g)
0,41