Home » Marinerie » Ragusa » Scoglitti

Scoglitti

Descrizione e cenni storici

La piccola cittadina, frazione marinara di Vittoria, sorge nelle vicinanze dell'antica città greca di Kamarina, fondata nel 598 a.C. dai coloni greci e distrutta nel 258 a.C. dai romani, anche se un quartiere è sopravvissuto fino al tempo di Augusto. Per molto tempo Scoglitti era stata, attraverso il suo piccolo scalo marittimo, la via più celere per l'esportazione del vino e degli altri prodotti dell'intera zona del ragusano.
Si affaccia sul Mar Mediterraneo e la sua posizione consente di raggiungere e visitare facilmente tutte le più importanti località di interesse artistico e paesaggistico della costa meridionale della Sicilia.
Il nome di Scoglitti appare in alcune mappe del 500 e per la prima volta con chiarezza nella deliberazione del 1639 con cui fu assegnato il territorio a Vittoria, mentre nelle carte del 1608 con cui si procedette all'assegnazione delle terre ai nuovi coloni appare citata la "via della cava di gesso di Cammarana", una delle due strade che portavano al mare.
Lo sviluppo della zona è legato alla nascita di Vittoria che tramite Scoglitti ha un collegamento diretto con Malta.
Se l'attuale sito di Scoglitti era deserto nella seconda metà del 500, così non era del promontorio dove, attorno alla chiesa della Madonna di Cammarana, ogni estate il 15 agosto si riunivano migliaia di fedeli a festeggiare l'Assunzione con una fiera e una corsa di cavalli.
Il culto, di probabile origine bizantina, continuò fino a tutto il 1834 ed è collegabile alla tradizione delle statue di Gulfi e alla elaborazione della leggenda del salvataggio e dell'arrivo a Gulfi delle statue della Vergine e del Salvatore che sarebbero state buttate in mare al tempo della persecuzione iconoclastica a Costantinopoli nell'VIII secolo d.C.

Struttura del porto

Il porto di Scoglitti, prevalentemente peschereccio, è protetto dal molo foraneo nord, a scogliera, orientato per ovest (attualmente in corso di completamento) e dal molo foraneo sud a scogliera anch'esso con direzione W-NW. Nel suo interno c'è una darsena protetta da due moli: quello di ponente, in parte banchinato, di circa 210 m e quello a sud di quest'ultimo, orientato per WNW di 115 m.

Servizi

Distributore di benzina e gasolio in banchina, prese per manichetta, prese energia elettrica, illuminazione banchine, scivolo, cabina telefonica, gru mobile da 20 t, assistenza motori, riparazioni elettriche ed elettroniche,  riparazioni scafi in legno e vtr, guardianaggio, servizi igienici, rifornimento alimentare in porto, guardia medica a 100 m dal porto, rivendita ghiaccio.

Caratteristiche medie della flotta
N° Imbarcazioni 83
Stazza (t) 5,17
Lunghezza (m) 7,32
Anno costruzione 1978