Home » Attrezzi da pesca » Attrezzi tradizionali desueti » La bilancia

La bilancia

A Bilanza
 
Veniva  così chiamata poiché ricorda il piatto di una bilancia; attorno ad un filo metallico, opportunamente appesantito con pochi anelli di piombo per facilitare la discesa sul fondo, venivano legati 4 tiranti per garantire la stabilità durante le manovre di recupero; seguiva poi un anello di sughero per garantire la stabilità dell’attrezzo sul fondo ed infine era necessaria una sagoletta dello spessore 3-4 mm, lunga 5-8 m, con all’estremità un galleggiante per la posa su fondali sabbiosi o ricchi di vegetazione. Si usava per catturare granchi di ogni specie; come esca si impiegavano  lische di stoccafisso legate opportunamente al centro della rete. L’attrezzo veniva tirato in barca ogni 5-10 minuti. E’ una nassa per granchi che nel messinese si usava per catturare preferibilmente il saporito “granchio bianco” (Portunus hastatus).